Blog: http://visionidiblimunda.ilcannocchiale.it

terremoto

In Abruzzo sarà una lunga notte. E domani un giorno altrettanto freddo e incerto. Doloroso, amaro e faticoso come quello della giornata che sta passando. Sopravvissuti, vittime, sfollati e tanti perchè a cui difficilmente si darà una risposta netta. Una domanda però vorrei farla io, per evitare che l'attenzione cali su un fatto grave e serio come quello che ho sentito stamane: Giampaolo Giuliani, un ricercatore, aveva avvisato di un terremoto che sarebbe accaduto vicino Sulmona una settimana fa circa. Poi il terremnoto, che non si era verificato, gli era costato una denuncia per procurato allarme. Forse aveva predetto quello che da lì a pochi giorni sarebbe accaduto? Forse che se lo si fosse ascoltato si sarebbe potuto fare qualcosa in più? Non è il momento di sollevare polemiche ma se in questa tragica circostanza vi fossero delle responsabilità, è giusto che vengano allo scoperto e che i colpevoli paghino.

Copincollo la mail ricevuta dal mio amico Luigi, informandovi che questo post verrà aggiornato ripetute volte per inserire ulteriori contatti ai quali rivolgersi per dare solidarietà alle famiglie abruzzesi con quanto in nostro potere.



Ciao Luigi,

Ti scrivo per chiedere un aiuto. Questa notte siamo stati tutti precettati, per gli ovvi motivi. Colleghi, Colleghe ed io (della Croce Rossa)stiamo facendo un tam tam a mezzo cellulari e mails. La situazione è catastrofica e non solo. Mancano sangue, coperte, viveri e lo Stato, come al solito, è lento. L'aiuto che Ti chiedo e di fare a tua volta un tam tam sul blog o mail ad amici per invitarli, tutti a donare qualcosa. Sangue presso i Centri di donazione, A.S.L., Ospedali. Banco alimentare: tutti gli alimenti conservabili e sigillati. Vestiario e coperte, anche se usato, purchè pulito presso i Centri della Protezione civile e Croce Rossa, Caritas. Parto fra dieci minuti, con convoglio. Io faccio parte del gruppo delle anziane,  ma non mi sarei tirata certamente indietro. Mi sono già "fatta" Napoli, nel lontano 1980, allora appena diciannovenne, quindi più esperta di altre. Diffondi le richieste come vuoi, ... Ma è importante che tutti ( per per Te so che non ne ho bisogno ) facciano la loro piccola parte.


***
cliccate sui link della mail per arrivare ai contatti per la solidarietà...

***
da Facebook:

Hanno dato il numero per donare € 1 alle popolazioni colpite dal terremoto. Sono abilitati tutti gli operatori (Tim, Vodafone, 3, Wind). Io (Steve) l'ho provato ed ho visto che è già abilitato: mi è arrivato il messaggio di conferma. Il numero è: 48580 [anche visiondiblimunda ha provato e sì, il numero è abilitato].
Servono coperte, vestiti, pannolini, latte in polvere, casse d'acqua e tutti i beni di prima necessità. Verranno raccolti da "Fare ambiente", Roma, in Via Nazionale, 243, tel.                06 48029924        . Mentre sul sito www.modavi.it tutte le istruzioni per far parte delle squadre di soccorso in Abruzzo.

***
Dalla Rete:

Rifondazione Comunista sta organizzando iniziative di solidarietà con le popolazioni colpite dal terremoto. La Federazione Prc di Pescara (via F. Tedesco, 8) funzionerà come centro di raccolta materiali e di accoglienza per gli evacuati. Singoli o strutture che abbiano la possibilità di accogliere gli sfollati possono chiamare il numero 085.66788.
Inoltre, chiunque volesse partecipare all'organizzazione dei soccorsi può chiamare: Federazione Prc Pescara: 085.66788 (accoglienza evacuati); Richi: 339.3255805 (generi di prima necessità come acqua, pasta, latte UHT, biscotti); Marco Fars: 334.6976120; Francesco Piobbichi: 334.6883166. Oppure si può spedire una mail al seguente indirizzo: piobbico@hotmail.com

Il sostegno tramite Banca Etica: Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma  - Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113 (BIC: CCRTIT2T84A)

Anche attraverso la Caritas ci si può mobilitare.


Pubblicato il 6/4/2009 alle 23.34 nella rubrica attualità.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web